03/05/2024 – L’atto di compravendita di un immobile è conosciuto come “rogito”: prima di arrivare alla stipula di questo, però, numerose sono le pratiche burocratiche necessarie all’espletamento, affinché il contratto di compravendita possa perfezionarsi e consti di validità.
 
Innanzitutto, è obbligatorio, nonché necessario, verificare che la planimetria catastale della proprietà da acquistare sia corrispondente allo stato di fatto dei luoghi, precisamente al momento della compravendita. Nel caso in cui tale operazione non venga posta in essere la pena è la nullità dell’atto d’acquisto, ossia del famoso rogito.
 
Il Legislatore ha posto in capo alla parte venditrice notevoli conseguenze nel caso in cui, precedentemente alla vendita, siano state effettuate delle lavorazioni interne (tra le quali abbattimenti …Continua a leggere su Edilportale.com]]>