13/05/2024 – Recupero in 10 anni anziché in 4 dei crediti superbonus relativi alle spese sostenute nel 2024, comprese quelle per il sismabonus; stop per le banche dal 2025 alla compensazione di tutti i crediti di imposta con i debiti previdenziali; riduzione del bonus ristrutturazioni dal 50% al 30% dal 2028.
 
Sono i principali contenuti dell’atteso emendamento del Governo al Decreto Superbonus, depositato nella notte tra venerdì 10 e sabato 11 maggio in Senato.
 
Superbonus in 10 anni per 12 miliardi di euro di detrazioni
Saranno detraibili obbligatoriamente in 10 anni le detrazioni superbonus relative alle spese sostenute a partire dal periodo d’imposta in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, e quindi negl…Continua a leggere su Edilportale.com]]>